Firenze o Genova? Due meraviglie d’Italia da vedere e rivedere

03 novembre 2017

Lo Stivale è costellato di città d’arte dove storia e cultura si fondono da sempre in una miscela unica. Luoghi che portano in sé il seme di un passato che tutt’ora eccheggia tra i palazzi e le strade, fondendosi alla modernità e dando vita a sensazioni irripetibili. Città che è quasi d’obbligo visitare almeno una volta, anche e soprattutto per noi italiani. Per riscoprire la meraviglia delle nostre radici.

 

Oggi allora vogliamo accompagnarvi alla scoperta di due tra le più grandi capitali della cultura italiane, così da poterle visitare con lo sguardo e le conoscenze utili a scoprirne la vera anima.

 

 

 

Firenze: la capitale dell’arte

 

Quando si parla di città di questo calibro qualche breve cenno storico è d’obbligo.
Fondata intorno all’XI secolo a.C. lungo le sponde del fiume Arno, Firenze diviene fin da subito un importante centro centro culturale, commerciale ed economico. Il suo nome pare essere un omaggio alla pianura fertile su cui sorge (“fertile in latino si dice infatti “florentes”), una circostanza grazie alla quale accumula grande ricchezza.

 

Lungo i secoli la città si caratterizza sempre di più come polo artistico e culturale, divenendo Comune autonomo e poi Signoria della famiglia Medici nel Medioevo. Il momento in cui la bellezza toscana sboccia appieno è però durante il Rinascimento, in un percorso che la porterà anche a diventare Capitale d’Italia per un breve periodo, dal 1865 al 1871.


firenze

Cosa vedere a Firenze

 

Sono tanti gli aspetti del capoluogo toscano che meritano di essere ammirati. Dato che però il tempo disponibile non è illimitato, ecco alcuni dei principali punti d’interesse da visitare.

I simboli della città

Piazza della Signoria, con la sua caratteristica forma a L, si trova nel cuore della città. Storicamente è sempre stata il centro del potere civile, oltre a divenire uno dei punti d’aggregazione sociale più importanti. Oltre a Palazzo Vecchio e alla Loggia dei Lanzi, che sorgono esattamente sulla piazza, sono molti i monumenti collocati nell’area, tra i quali la fontana del Nettuno e il David di Michelangelo, oggi sostituito da una copia fedele che non perde però la sua imponenza.

A cavallo dell’Arno si trova invece Ponte Vecchio, costruzione in pietra d’epoca medievale, caratterizzata dal fatto di avere ancora negozi collocati sulla sua arcata, come era d’uso nell’antichità.

 

Le architetture sacre

Come in ogni città d’arte italiana che si rispetti, anche a Firenze non mancano chiese e cattedrali maestose, simboli tangibili del potere che il clero esercitava in tra le mura cittadine. Per citarne alcune ecco la Cattedrale di Firenze, Santa Maria Novella, Santa Croce e la Basilica di Santo Spirito, progettata dal Brunelleschi.

 

Gli Uffizi

Primo tra i musei di Firenze, è d’obbligo menzionare quello che è uno dei luoghi della cultura più importanti d’Italia e del mondo. La struttura viene costruita nel 1560 per volere di Cosimo I de’ Medici, al fine di ospitare gli uffici (uffizi) amministrativi della città. Il progetto è realizzato dal Vasari, che alcuni anni dopo aggiunge un corridoio che collega lo stabile a Palazzo Pitti, residenza della famiglia medicea.

La Galleria degli Uffizi viene progettata in seguito, al fine di esaltare la potenza della monarchia, Col passare dei secoli si raccolgono al suo interno opere inestimabili di maestri come Giotto, Botticelli, Leonardo Da Vinci e Caravaggio.

Dato il costante afflusso di visitatori, per risparmiarsi eccessive file è sempre consigliabile acquistare i biglietti in anticipo tramite il sito web del museo.

 

 

Genova: la principessa tra le onde

 

Antica Repubblica Marinara con una flotta in grado di sfidare le grandi potenze, per un lungo periodo Genova è stata la grande rivale di Venezia nel predominio dei mari.

Nel suo intrico di vecchi caruggi e vicoli del centro, questa città spazzata dal vento del Mar Ligure ha visto la nascita di personaggi illustri del presente e del passato, da Nicolò Paganini a Cristoforo Colombo, da Goffredo Mameli a Garibaldi, fino ai grandi cantautori dei nostri giorni come Fabrizio De Andrè e Gino Paoli. Tutte figure che l’hanno resa un importantissimo centro culturale del panorama italiano.

Fedele al suo antico legame con l’acqua, oltre all’aspetto storico/artistico Genova può oggi vantare anche uno degli acquari più imponenti d’Europa, un’attrazione che richiama in ogni momento dell’anno frotte di turisti desiderosi di ammirare i giganti dei mari che nuotano al suo interno.

A completare il quadro, va poi menzionato il lato esoterico di Genova. Tra viottoli, palazzi nobiliari e muri scrostati sono ancora molti i misteri che aleggiano tra le sue mura. Leggende di spiriti e magia scaturite dalla tradizione popolare e da fatti storici realmente avvenuti in città. Miti a cui oggi sono dedicati veri e propri tour, che contribuiscono a conferire un’ulteriore aura di mistero all’antico insediamento ligure.

 

Genova

Cosa vedere a Genova

Come ogni città con una storia di tale calibro, Genova ha molto da offrire al visitatore curioso di scoprirne la vera anima. Ecco una piccola selezione di luoghi che crediamo sia però davvero importante non lasciarsi scappare.

 

Boccadasse

Benvenuti nell’antico borgo marinaro di Genova, l’angolo oggi più rassomigliante a quello che era il volto stporico della città. Un quadro fatto di case strette, dalle tinte pastello, praticamente mai toccato dal pennello della modernità.

 

 

La Genova storica e i caruggi

Pezzi di storia si trovano sparsi ovunque in città. Una visita è d’obbligo ad esempio alla Lanterna, il faro simbolo di Genova. Obbligatorio poi perdersi tra i caruggi del Centro Storico, percorrere Via Garibaldi e visitare la Cattedrale di S. Lorenzo e i Palazzi dei Rolli, per poi respirare a pieni polmoni l’aria salmastra del Porto Antico.

 

L’Acquario di Genova

Con i suoi 24 milioni di visitatori all’anno, l’Acquario di Genova è una vera e propria cintura nera quando si parla di attrazioni. 70 vasche e tantissime aree dedicate alle meraviglie degli abissi, dal Padiglione dei Cetacei alla Vasca degli Squali, per ammirare dal vivo alcuni tra gli spettacoli di Natura che non sarebbero altrimenti accessibili all’occhio umano.

 

Il Museo del Mare

Non un museo, un’avventura. Questo è il posto giusto per sperimentare per un giorno quella che era la vita a bordo delle imbarcazioni e nell’Arsenale della Repubblica di Genova. Un museo che si contraddistingue per il suo livello di qualità ed innovazione, che non mancherà di stupire tutti con un linguaggio adatto a sorprendere ed intrattenere adulti e bambini.

 

 

 

Firenze e Genova: come visitarle al meglio


Entrambe capoluoghi di regione, queste due città sanno offrire soddisfazioni in ogni periodo dell’anno compreso l’inverno, quando i grandi flussi di turisti stranieri si riducono e la visita diventa ancora più godibile, con le attrazioni e i locali meno affollati e un ritmo più a misura d’uomo.

 

Grazie alla loro vasta offerta, sia Firenze che Genova sono adatte alla visita con i bambini. Esistono sistemazioni per tutti i gusti e per ogni tasca, dai piccoli ostelli agli appartamenti, fino ai grandi hotel.

 

Se però vuoi la massima autonomia scopri di più sugli affitti in città! Visita le nostre pagine dedicate a Firenze e a Genova con un’ampia scelta di alloggi convenienti e adatti ad ogni esigenza. Offerte attentamente vagliate e selezionate da esperti certificati del settore, per offrirti solo il meglio senza preoccupazioni. Tu prenditi tutto il tempo per progettare la tua vacanza in città, al resto pensiamo noi.

AffittoSicuro Solo Affitti Brevi CompraffittandoAffittoaprimavista Blog AffittoSolo Affitti Business