Come scegliere la meta per la tua settimana bianca?

02 ottobre 2017

Con l’estate ormai alle spalle, è giunto il momento di mettere nel cassetto i sogni di bikini, tintarelle e sabbia bollente. Si aprono adesso le porte del Paradiso per gli amanti dello sci e della neve.

Da nord a sud, lo Stivale offre un enorme numero di località dove dedicarsi agli sport invernali o anche solo lasciarsi andare in lunghe escursioni alla scoperta di meraviglie naturali o al fascino di alcuni dei paesini montani più belli d’Italia.

 

Ma come scegliere dove andare?

 

Disponibilità di ferie, distanze, costi, offerta del territorio e presenza o meno di bambini sono tutti fattori che dovremo tenere in conto quando si tratterà di decidere dove passare la settimana bianca. Data la vastità della scelta abbiamo quindi pensato di dare una mano con un piccolo confronto, utile a scegliere tra quelle che – a nostro parere – sono due tra le località di montagna migliori per una vacanza invernale: Livigno e la Val di Fassa.

 

 

Livigno: un paradiso di neve e shopping

 

Situata nell’Alta Valtellina, su un altopiano a circa 1800 m di quota, Livigno è una cittadina a misura d’uomo. In particolare sono due le caratteristiche che la rendono famosa, annoverandola come una delle migliori destinazioni montane italiane.

Innanzitutto è d’obbligo menzionare la sua lunga stagione sciistica. Infatti gli amanti di sci e snowboard gioiranno nel trovare a Livigno la cornice perfetta per le loro discese, poiché qui è possibile godere della neve da novembre fino ad aprile.

La sera è molto gradevole passeggiare per il caratteristico centro di Livigno, dove è possibile approfittare del duty free nei tantissimi negozi presenti.

 

Due caratteristiche che, unite ai servizi all’avanguardia offerti da questa cittadina ai confini con la Svizzera, la rendono perfetta tanto per le famiglie con bambini quanto per i gruppi desiderosi di passare una vacanza a 360 gradi, senza però dimenticare di tenere un occhio al portafogli.

Foto 1 Articolo Livigno Val di Fassa


Cosa fare a Livigno

Oltre alle numerose piste da sci, alle discese e alle spettacolari funicolari, Livigno può regalare nei periodi meno freddi grandi soddisfazioni anche agli appassionati di bicicletta ed enduro, con alcuni tracciati dotati di viste davvero mozzafiato. Inoltre è d’obbligo menzionare i parchi avventura con percorsi sospesi, strutture adatte a grandi e bambini, per assaporare un’ondata di adrenalina in tutta sicurezza.

Sotto l’aspetto culturale è poi possibile visitare il MUS! Museum of Livigno e Trepalle ed ammirare le due splendide chiese di San Rocco e di Sant’Antonio.

Infine a Livigno potrai trovare diversi centri benessere, bar e club, discoteche e negozi di prodotti tipici e artigianato dove lasciarsi andare allo shopping più sfrenato.

 

Quando andare a Livigno

Data la varietà della sua offerta, la cittadina lombarda può essere visitata in ogni periodo dell’anno. Gli appassionati di sport invernali potranno andare sul sicuro recandosi nella località da novembre fino a primavera.

Data però la grande richiesta è consigliabile prenotare in anticipo, per assicurarti una sistemazione su misura per le tue esigenze.

 

 

Val di Fassa: la regina delle Dolomiti

 

Collocata nell’estremità nord-est del trentino e dotata di 210 km tra piste, ski areas e impianti suddivisi tra ben sei comprensori, la Val di Fassa è un must tra le destinazioni italiane per le vacanze invernali.

Le località sciistiche della valle fanno parte del consorzio Dolomiti Superski, il più esteso al mondo. Un fatto che, già da solo, basta a spiegare come la Val di Fassa sia senza dubbio la destinazione ideale per un’indimenticabile vacanza sulla neve.

La valle può inoltre vantare una lunghissima storia di civiltà, con tracce di insediamenti umani che risalgono fino alla preistoria. Le località più famose di quest’area sono Moena, Campitello di Fassa e Canazei.


Foto 2 Articolo Livigno Val di Fassa

Cosa fare in Val di Fassa

Le discese e gli impianti sciistici di eccellente qualità sono le principali attrazioni di questa vallata e calamitano ogni anno sportivi e appassionati da tutta Italia e dall’estero. Tra i passi montani, i rifugi e le mille opportunità di escursioni sciistiche e non solo, la settimana bianca sarà anche troppo breve per poter godere appieno di tutta l’incredibile offerta di questi luoghi.

A ciò si aggiungono le splendide località che costellano la valle, luoghi di antica tradizione dove riscoprire l’atmosfera e l’accoglienza della montagna, tra prodotti tipici e sapori intensi. Impossibile non menzionare gli speck e i formaggi tipici prodotti qui, uno tra tutti il rinomato Puzzone di Moena, prodotto DOP che ha reso la cittadina famosa nel mondo.

In Val di Fassa non manca però la possibilità di approfondire anche l’aspetto culturale, grazie alle chiese che si ergono sui vari borghi, conferendo ulteriore fascino a un panorama naturale già splendido. Per chi volesse poi approfondire l’aspetto storico-culturale è d’obbligo la visita al Museo della Grande Guerra e al Museo Ladino di Fassa: attrazioni in grado di offrire una panoramica completa sul passato e il presente di questi luoghi.
Infine, per sciogliere i muscoli dopo una giornata di piste, è possibile visitare le terme e le spa di Pozza di Fassa e Canazei, dove abbandonarsi al relax tra sorgenti d’acqua calda e geyser.

Quando andare in Val di Fassa

Caratterizzata da un clima tipicamente alpino, la Val di Fassa vede un forte sbalzo climatico al cambiare della stagione, con estati fresche che si tramutano in inverni piuttosto rigidi. Un clima ideale per poter godere della stagione sciistica.

In particolare da dicembre a marzo la valle si tinge di bianco, come sempre è consigliabile prenotare in maniera anticipata le baite o gli appartamenti in cui soggiornare, in modo da assicurarsi le migliori sistemazioni e godere appieno di quella che è senza dubbio la perla delle Dolomiti.

AffittoSicuro Solo Affitti Brevi CompraffittandoAffittoaprimavista Blog AffittoSolo Affitti Business